Pagina aggiornata il:
26.04.2012

COMUNICATO STAMPA del 6 febbraio 2012

Pro Natura Ticino, casella postale 2317, 6501 Bellinzona
Mountain Wilderness
WWF Svizzera Italiana
FAT
Leventina Vivibile

Appello contro l'uso illegale delle motoslitte

L'odierno uso delle motoslitte crea conflitti ecologici e sociali ed avviene per lo più in modo illegale: nessuno si occupa di far applicare la legge e anche la sensibilizzazione lascia ancora a desiderare. Per questo motivo mountain wilderness Svizzera, Pro Natura Ticino, WWF, la Federazione Alpinistica Ticinese e Leventina Vivibile hanno organizzato domenica 5. febbraio 2012 una dimostrazione sul Lucomagno contro gli abusi delle motoslitte e a favore di una fruizione rispettosa delle Alpi.
L'uso delle motoslitte è regolato dai cantoni: in Ticino è consentito per motivi agricoli e forestali e per la preparazione delle piste da sci. Con permessi eccezionali dei comuni è ammesso pure su tratte definite e per bisogni oggettivi, che non si possono soddisfare altrimenti, come il trasporto in stabili discosti. Non è ammesso per svago perché danneggia la fauna e arreca un grave disturbo. La perlustrazione di aree alpine, uscite collettive, corse, prove di coraggio su pendii ultraripidi e usi analoghi delle motoslitte sono quindi fuorilegge.

Stando ad uno studio di mountain wilderness l'uso delle motoslitte ha conseguenze drammatiche perché si concentra negli spazi alpini più sensibili. La natura in inverno è comunque particolarmente esposta ai disturbi, in particolare in periodi molto freddi come quello attuale, che per un animale messo in fuga possono facilmente significare la morte. Bisogna quindi evitare di portare rumore e emissioni inquinanti negli spazi alpini incontaminati, necessari per la fauna selvatica per sopravvivere e all'uomo per trovar distensione. C'è pertanto un interesse pubblico a metter fine all'abuso delle motoslitte.

Con la dimostrazione sul Lucomagno un gruppo di una ventina di amanti della montagna di mountain wilderness Svizzera, Pro Natura Ticino, WWF, della Federazione Alpinistica Ticinese e di Leventina Vivibile hanno manifestato a favore della quiete delle montagne e con striscioni e materiale informativo lanciano un appello ai cantoni alpini e ai comuni per porre finalmente fine all'abuso di motoslitte. Rivolgendosi a tutte le persone interessate, alle autorità, ai rivenditori, alle associazioni ambientaliste e alpinistiche e alla popolazione tutta, chiedono maggior rispetto verso la natura e verso i fruitori silenti delle montagne.

La dimostrazione si inserisce in una campagna di sensibilizzazione sul rispetto della fauna in inverno, imperniata sul flyer 'Animali Fuoripista'. Ottenibile gratuitamente presso Pro Natura e mountain wilderness, il flyer presenta una scheda degli animali, permette di riconoscere le loro tracce e fornisce un consiglio per un comportamento responsabile nei loro confronti.

La campagna lanciata in Ticino da Pro Natura Ticino e Mountain Wilderness è sostenuta dall'Ufficio caccia e pesca e dall'Ufficio natura e paesaggio del Canton Ticino, dalle tre sezioni ticinesi del Club alpino svizzero, dalla Federazione alpinistica ticinese Fat, da Wwf e Ata della Svizzera italiana, Ficedula, Federazione Cacciatori Ticinesi e Società per la Protezione degli Animali di Bellinzona. Assieme esse raccolgono in Ticino 40 mila aderenti o sostenitori.