Giardino naturale © Andrea Persico

Certificazione dei "Giardini naturali"

Pro Natura promuove la biodiversità in ogni luogo, sia esso grande oppure piccolo. Anche i giardini privati possono rappresentare degli interessanti biotopi, perché è importante favorire la natura negli ambienti urbani! Fai anche tu la tua parte, è facile!

Hai un giardino dove lasci o vuoi lasciare spazio alla natura? Vorresti che la gente capisca perché non tagli l'erba per far sbocciare i fiori selvatici o perché lasci un cumulo di rami in un angolo? Allora la certificazione fa al caso tuo! Scopri su questa pagina di cosa si tratta.

Come funziona

Se desideri far valutare il tuo giardino da un esperto e ricevere una targhetta di riconoscimento, puoi iscriverti per ottenere la certificazione. Organizziamo una visita al tuo giardino che verrà valutato con una serie di criteri. In base al risultato ottenuto e se il giardino rispetta i requisiti minimi, potrai ricevere una targhetta con una, due o tre farfalle a dipendenza della situazione riscontrata. Una farfalla: un bel giardino naturale ma troppo piccolo oppure con ancora un buon margine di miglioramento. Due farfalle: un bellissimo giardino naturale ma dove si può ancora fare qualcosa per la biodiversità. Tre farfalle: un vero paradiso per la natura!
La certificazione è gratuita.

Condizioni di partecipazione

Per richiedere la certificazione di "Giardino naturale", le cinque affermazioni seguenti devono valere per il tuo giardino:

  • Coltivo principalmente piante selvatiche autoctone. In confronto alle piante esotiche o ai cultivar, le piante selvatiche autoctone offrono più cibo e riparo alle specie animali indigene. Per scoprire quali piante autoctone crescono nella tua regione, visita il sito (in tedesco): www.floretia.ch
  • Rinuncio alle piante esotiche invasive. Le piante selvatiche autoctone favoriscono la diversità delle specie. Le neofite invasive non devono essere presenti in un giardino naturale. Per più informazioni sulle neofite.
  • Non uso pesticidi né concimi chimici. Con il termine pesticida si intendono numerose sostanze chimiche di sintesi e combinazioni di sostanze che hanno effetti tossici su determinati organismi (animali o vegetali) non desiderati. Chi pratica il giardinaggio naturale rinuncia all'uso di pesticidi.
  • Non uso prodotti contenenti torba. L'estrazione della torba distrugge in modo irrimediabile le torbiere e quindi l'ambiente di specie animali e vegetali rare e minacciate d'estinzione. Usa sempre prodotti senza torba - non esistono prodotti ecologici contenenti torba. Puoi imparare come sostituire la torba visitando il sito dell'Ufficio federale dell'ambiente: Giardinaggio senza torba.
  • Mantengo una superficie naturale il più grande possibile. Il tuo giardino naturale ricopre la parte più grande possibile della superficie a disposizione, e almeno 2/3 della superficie verde totale.

Ulteriori informazioni

Alla certificazione possono partecipare soltanto i privati. Le ditte possono richiedere una certificazione a pagamento ad esempio alla Fondazione Natura & Economia.

Come iscriversi

1. Verifica di rispettare le condizioni di partecipazione elencate sopra.
2. Scatta al massimo cinque foto del tuo giardino naturale per aiutarci a valutarne la qualità prima della visita.
3. Compila il questionario online a cui accedi qui di seguito (in alternativa inviaci i tuoi dati all'indirizzo nel box verde) 

Termine d'iscrizione: possibilmente entro il 15 giugno per approfittare della bella stagione per la visita e per facilitare l'organizzazione. Dopo questa data le certificazioni saranno ancora possibili ma non garantite. 

Pro Natura
Certificazione "Giardini naturali"
Casella postale 2317
6501 Bellinzona
e-mail: @email 



Certificazione per il tuo giardino

Iscriviti qui

Potrebbe anche interessarti

Natu­ra in città

Al contrario di quanto si possa magari immaginare,…

Articolo

Più bio­di­ver­sità, ovunque!

Pro Natura è attiva su vari fronti per favorire la…

Articolo